Conto di libero passaggio

Le persone fisiche che interrompono l’attività lucrativa possono versare il capitale del 2° pilastro sul conto di libero passaggio.

Nella misura in cui, dopo aver lasciato il vostro attuale impiego, iniziate immediatamente un nuovo rapporto di lavoro, il vostro avere di previdenza deve essere interamente trasferito all’istituto di previdenza del nuovo datore di lavoro.

Questo trasferimento non risulta comunque sempre possibile: ad esempio, se interrompete temporaneamente la vostra attività lavorativa (perfezionamento professionale, soggiorno all’estero, ma anche disoccupazione), oppure se iniziate un’attività lucrativa indipendente e rinunciate al mantenimento dell’assicurazione.

Inoltre è possibile che non siate in grado o non siate tenuti a trasferire l’intero avere di previdenza all’istituto di previdenza del nuovo datore di lavoro.

In tutti questi casi la legge prevede la possibilità dell’apertura di un conto di libero passaggio.

  • Tasso d’interesse preferenziale
  • Agevolazioni fiscali
  • Possibilità di finanziamento della propria abitazione
  • Vantaggi supplementari degli investimenti in titoli
I Pacchetti di BancaStato
Risparmi concreti e tanti vantaggi con i Pacchetti Giovane, Individuale e Famiglia: soluzioni bancarie tagliate su misura per le esigenze di tutti.
Siete interessati a uno o più prodotti di BancaStato ma dovete inoltrare disdetta a un'altra banca? Vi forniamo noi i documenti!

Prodotti correlati

Approfittate dei vantaggi derivanti dall'investimento in titoli dei vostri averi previdenziali sul conto di libero passaggio.
Ogni fase della vita con maggior serenità: prevedere la propria indipendenza finanziaria e garantire la formazione dei figli oltre a vantaggi fiscali per se.
stampa

Strumenti

Invia la pagina RSS Twitter