E-banking

Mandato pubblico e garanzia dello Stato

Tra la gente per la gente

Ciò che ci distingue: il mandato pubblico

Qual è il ruolo di una "Banca Cantonale"? In maniera generale, le leggi e i decreti dei vari Cantoni conferiscono alle Banche Cantonali il compito di contribuire allo sviluppo economico e sociale del territorio in cui operano. È ciò che comunemente viene chiamato "mandato pubblico".

Per BancaStato, il mandato pubblico coincide con lo scopo definito nell'articolo 3 della Legge di istituzione: "Favorire lo sviluppo economico del Cantone e offrire al pubblico la possibilità di investire in modo sicuro e redditizio i risparmi".

Il Consiglio di amministrazione di BancaStato ha ulteriormente specificato che tale scopo deve essere raggiunto assumendo un comportamento responsabile dal punto di vista sociale e ambientale.

Il Bilancio Sociale e Ambientale, pubblicato annualmente dall'Istituto, fornisce le principali informazioni necessarie a valutare il grado di adempimento del mandato pubblico; ogni anno la Commissione del controllo del mandato pubblico vigila sul raggiungimento degli obiettivi in tal senso.

La garanzia dello Stato e la tutela dei depositi della clientela

La legge di istituzione di BancaStato, all'articolo 4, recita che "lo Stato risponde di tutti gli impegni della Banca non coperti da mezzi propri". Ciò significa che nel (remoto) caso di fallimento, lo Stato risarcirebbe la clientela di BancaStato per tutti gli averi depositati nei conti della categoria PRIMA (conti "transazionali", inclusi i conti metallo), della categoria SICURA (quelli ovvero destinati al risparmio) e per le obbligazioni emesse dall'Istituto e non subordinate.

Tale rimborso è una specificità per BancaStato e si spinge oltre rispetto a quanto previsto dalla Legge federale sulle banche e sulle casse di risparmio, secondo la quale in caso di fallimento della propria banca di riferimento il rimborso dei depositi privilegiati (vale a dire quelli intestati a nome del cliente) è garantito sino a un importo di 100 mila franchi (tale aspetto prende il nome di “sistema di garanzia dei depositi” e prevede che qualora gli attivi dell’istituto non dovessero bastare, le banche e i commercianti di valori mobiliari coprirebbero la differenza. Per maggiori informazioni invitamo il lettore a consultare il sito www.esisuisse.ch o il documento scaricabile qui).

Per i clienti di BancaStato, ribadiamo, non vi sono invece limiti di rimborso: possono dormire sonni tranquilli.